mercoledì 01 ottobre 2014  
HOME | MODA | UNIQUE CREATURES, il portale dello stile prêt-à-imiter
UNIQUE CREATURES, il portale dello stile prêt-à-imiter PDF
Sabato 16 Febbraio 2013 10:56

L’ECCEZIONE CHE CONFERMA L’UNICITÀ

Unique Creatures, il portale dello stile prêt-à-imiter

di Francesca Borzacchi

 

qui etes vous, polly maggooIl look è comunicazione, come predica da svariati decenni, in primis, la Scuola di Palo Alto.

Attraverso di esso affermiamo chi siamo, o chi vorremmo essere, cosa vorremmo dire ma spesso non osiamo, condizionato da sempre dalle mode e dalla cultura, da ogni piccolo o grande cambiamento.

Se il nostro stile deve essere influenzato da tutto questo, è bene farlo nel migliore dei modi.

Il desiderio di indossare ciò che amerebbero ipoteticamente, oggi, le icone che scrissero la storia della moda, del cinema o della musica è così potente che rappresenta (assieme alla possibilità di conquistare con un solo click il loro estro creativo in fatto di look) la chiave di Unique Creatures, esclusivo progetto newyorkese fondato da Howard Collinge, Zahara Gallardo e Lucia Martinez, cool-hunters in perpetua ricerca di creature uniche per le strade del mondo.

 

Con uniquecreatures.com parliamo di meravigliosi personaggi, non necessariamente viventi o vissuti, teletrasportati e perfettamente adattati alle proposte acquistabili online di brands italiani ed esteri, corredati da tanto di foulard, occhiali, cappelli, make-up, ma anche libri, cd e dvd esclusivi, il tutto ispirato alla loro vita/pensiero e perfettamente impacchettato per la gioia di noi comuni mortali, decisamente pigri.

Leigh and Isabella 

Nato da una costola del colosso mondiale Yoox, il sito offre la possibilità di leggere la biografia di puri geni visionari e di conquistare il look riccamente concepito per loro, dacché ogni elemento visivo che ne amplifica il ritratto ci conduce nei più famosi stores online di moda e design (non solo Yoox, ma, fra gli altri, anche Net à porter, Colette o Amazon), da dove possiamo direttamente acquistare i gioielli fatali di Mata Hari o lo shoe hat Dalì/Schiaparelli indossato da Gala, la Klimt Barbie ispirata ad Adele Bloch-Bauer o le corone fiorate di Frida Kahlo, una cappa in piume di marabù che Leigh Bowery avrebbe certamente amato o i fascinators che Philip Treacy disegnò per Isabella Blow, la biografia della realmente esistita Amelia Bloomer o il dvd che ha portato alla fama la mai esistita supermodel Polly Maggoo, fino al rosa ad oltranza di Karim Rashid, agli strutturatissimi blazer bianchi e neri amati da Klaus Nomi, al (più o meno) rigoroso total black dei coniugi Burton contrapposto all’esplosione cromatica dei coniugi Eames.

 

 

Anna Piaggi by David Bailey 2003“Io assemblo i vestiti, interpreto la moda, è il mio ego trip”

 

proclamava Anna Piaggi, l’avanguardista fashion-editor ed icona indimenticabile dei nostri tempi, recentemente scomparsa e di cui la prossima settimana della moda milanese tributerà il genio, non solo attraverso la retrospettiva di suo marito Alfa Castaldi, ma soprattutto, per quanto sia un progetto non ancora ufficializzato, mediante l’istituzione della tanto agognata esposizione permanente del suo meraviglioso archivio, alla Fabbrica del Vapore.

 

Nessuno potrebbe meritarlo in Italia più di lei, che utilizzò il concetto di vintage prima ancora che venisse coniato il termine, che stregò col suo mix di colte influenze, musa di Karl Lagerfeld come di Stephen Jones o di Manolo Blahnik.

 

Un assemblage, quello proposto da Unique Creatures, concepito per il suo memorabile essere e modellato su di noi, così come lei faceva dalle sue splendide Doppie Pagine per Vogue, ora raccolte in Fashion Algebra, acquistabile anch’esso dal sito.

 

 

 

candy darling by roy blakey, 1972“Goddam Andy, when are you going to make me proper famous!”

 

La musa di Andy Warhol e della sua fabbrica di superstars, protagonista di Women in revolt, immortalata da pezzi cult dei Velvet Underground come Candy says e Walk on the wild side, che viaggiava da pendolare per raggiungere ogni notte il Max’s Kansas City Nightclub, voleva ardentemente essere famosa.

 

Superstar dalla fin troppo breve vita, Candy Darling fu più sensuale e glamour di ogni donna biologicamente creata, quando in posa.

 

Unique Creatures immagina per lei outfits composti da bluse e sottovesti di chiffon, trasparenti e scivolate, da shorts satinati, da foulard in seta annodati al collo sotto la folta chioma bionda, da lipstick Guerlaine Rouge G, da quantità esose di cipria - rosso acceso sulla pelle diafana - e da tiare in ottone House of Harlow 1960.

Combinazioni perfettamente studiate, per una diva che sognava di diventare una star.

 

 

“L'unica cosa autentica che ho sono i sentimenti, e i litri di silicone”

Sono sull’orlo di una crisi di nervi, passionali ed ironiche oltre l’eccesso, sofferenti, tradite, maltrattate e caparbie, suore-pusher, partorienti in coma e vendicatrici en travesti, sono le donne protagoniste delle commedie di Pedro Almodovar, che attraverso esse racconta la vita in tutte le sfumature della sua meravigliosa assurdità.

Rossy De Palma, Penelope Cruz, Carmen Maura, Marisa Paredes, Victoria Abril sono solo alcune delle sue muse. Alla vigilia dell’uscita di Los amantes pasajeros (nelle sale italiane dal 21 marzo 2013), osservando il look che viene proposto per omaggiare queste creature passionali ed il loro appassionato creatore, non c’è oggetto che non ricordi ogni pellicola e ciò che emotivamente ci ha donato.

almodovar women, tacones lejanos

Il telefono in plastica rosso pop, i tacones lejanos di Charlotte Olympia, gli 80’s Alain Mikli sunglasses, tutti diretti testimonials della movida e del travolgente movimento culturale madrileno degli anni ’80. Il brillante Black Bead bustier di D&G sarebbe perfetto per Ignacio, la pelliccia ecologica leopardata di Alaïa per Pepa, il cappotto rosso Valentino per Manuela, e la broche per capelli fiorata in satin rosso è il simbolo della femminilità mediterranea che ha il volto di Penelope Cruz in Volver.

Uno stile emozionalmente kitsch, una baraonda grottesca in technicolor, divertita e feroce.

 

Tre espressività fuori dal coro belante, esempi comunque impossibili da imitare ma, grazie a questo progetto, più facili da omaggiare. L’outfit perfetto delle stars reifica l’intramontabile anima di queste creature, come se la loro e la nostra identità si fondessero in uno stile irripetibile. Uno stile unico.

 

www.theuniquecreatures.com

 

Pics’ credits:
1_ William Klein, Qui êtes-vous, Polly Maggoo? - frame, 1966
 
2_Werner Pawlok, Leigh Bowery, 1988
3_Richard Saker, Isabella Blow, 2005
 
4_David Bailey, Anna Piaggi, 2003
 
5_Roy Blakey, Candy Darling, 1972
 
6_Pedro Almodovar e il cast di Tacones Lejanos, 1991

 

condividi le tue IDEE
lascia un COMMENTO

B
i
u
Quote
Code
List
List item
URL
Nome
Mail (non sarà pubblicata)
Codice   
Invia Commento


Condividi
 
haute_vision
box_concorsi

Nome
Email
box_hotnews
VARIE_Milano in panico: si respira VARIE_Milano in panico: si respira
 
Giovedì 26 Gennaio 2012 17:19
BOOK_Maurizio Cattelan - All BOOK_Maurizio Cattelan - All
Domenica 22 Gennaio 2012 22:59
VARIE_Dimmi cosa leggi e ti dirò chi sei
Lunedì 09 Gennaio 2012 14:14
BOOK_Favole al Telefono BOOK_Favole al Telefono
Lunedì 09 Gennaio 2012 13:39
VARIE_Se Steve Jobs fosse nato a Napoli
Domenica 08 Gennaio 2012 18:23
ARTE_Il futuro dell'arte e' donna ARTE_Il futuro dell'arte e' donna
Domenica 08 Gennaio 2012 17:02
ARTE_Come ti attiro il Mecenate ARTE_Come ti attiro il Mecenate
Domenica 08 Gennaio 2012 16:12
INTERVISTE_Being Yoko Ono INTERVISTE_Being Yoko Ono
Sabato 29 Gennaio 2011 16:02
INTERVISTE_Marina Abramovic in intellectual fashion INTERVISTE_Marina Abramovic in intellectual fashion
 
Martedì 25 Gennaio 2011 18:04
MODA_Minimal Baroque Sunglasses di Prada MODA_Minimal Baroque Sunglasses di Prada
 
Martedì 25 Gennaio 2011 15:06

Tutto Sironi

Un giro di ricognizione nella lunga e articolata carriera di[…]

Musei gratis, sì o no? Roma riapre il dibattito, dal 5 ottobre sette Musei Civici saranno a ingresso gratuito ogni prima domenica del mese. Voi che ne pensate?

Il Museo delle Mura, a Roma Una questione che è[…]

Pubblicità, creatività, comunicazione. A Milano una tre giorni targata IF! -Italians Festival. Nuovo evento internazionale, realizzato con ADCI Awards e Google

La più famosa campagna Apple Un nuovo festival, tutto dedicato[…]

Sequestrate opere della collezione di Imelda Marcos

Le autorità filippine hanno messo sotto sequestro alcuni capolavori d’arte[…]

Vienna, curated by. La centralità del curatore

Stephen Willats, Around the Network, 2002 (dvd film) – Galerie[…]

«Il bacio proibito», terzo libro della saga di Dark Heaven

La trilogia di fantasy contemporaneo di Bianca Leoni Capello, pseudonimo[…]

Completato il restauro del Napoleone di Canova

L’Associazione Amici di Brera e dei Musei Milanesi e la[…]

Napoleone riconquista la posizione d’onore a Brera

Il bronzo del Canova è stato sottoposto ad un intervento[…]