mercoledì 17 settembre 2014  
HOME | MODA | DELLAMODA, DELLARTE - Dolce & Gabbana meets Felipe Cardeña
DELLAMODA, DELLARTE - Dolce & Gabbana meets Felipe Cardeña PDF
Giovedì 14 Febbraio 2013 16:14

DELLAMODA, DELLARTE

Flower power, Santi e Madonne: Dolce & Gabbana à la manière de Felipe Cardeña

di Rubino Ricò

 

Paul Poiret, Harem evening ensemble, 1910, e Ballets Russes, Paris, 1909-29Che la moda abbia sempre guardato all'arte, con sguardo non di rado vorace e predatorio, è storia nota e arcinota.

 

Come potremmo immaginare, d'altra parte, la storia dei modelli di Poiret, se non avessimo avuto le invenzioni di Diaghilev, dei Ballets Russes ed i meravigliosi costumi di Bakst?

E ci sarebbe potuta essere una Elsa Schiaparelli, coi suoi cappelli-scarpa, abiti-aragosta e collane di insetti, senza le influenze di Dalì e del Surrealismo?

 

Tutta la storia del fashion design, dalla Belle Époque in avanti, è una storia di contaminazioni, di incroci, di cannibalizzazioni più o meno dichiarate.

 

Salvador Dali, Elsa Schiaparelli, cappello scarpa, 1937

 

vestito antineutraleI futuristi, da veri artisti d'avanguardia, precorsero i tempi, realizzando in prima persona abiti e modelli, prima che altri si appropriassero delle loro idee:

 

- dai panciotti dinamici di Balla e Depero,

- ai vestiti antineutrali,

- fino agli abiti variabili, modificati, asimmetrici e illuminanti,

 

i discepoli di Marinetti estesero la loro ricostruzione futurista dell'universo anche all'abito di tutti i giorni, concepito e concepibile come una vera e propria dichiarazione di guerra al conformismo, alla mancanza di dinamismo, alle convenzioni sartoriali e mentali che irrigidivano le strutture di genere come quelle di pensiero.

 

La cultura Pop, poi, fece il resto: uno su tutti, l’indimenticabile Stephen Sprouse che creò, nel 1987, un’intera collezione basata sulla stampa Camouflage di Andy Warhol, in collaborazione con Andy stesso e in pieno spirito pop-egocentrico warholiano, e nel 1988 si avvalse di un altro mostro sacro della pop art come Keith Haring, andando ad aggiungere valore agli abiti della collezione di quell’anno grazie ai suoi celeberrimi squibbles.

 

 stephen sprouse by andy warhol, camouflage jacket

 

Così, i parténariats tra gli artisti e gli stilisti divennero pratica quasi quotidiana.

Più spesso, però, gli stilisti preferirono saccheggiare a loro piacimento e a loro gusto il mondo dell'arte, senza chiedere permessi e senza ricorrere a matrimoni che sarebbero potuti risultare fatalmente stretti a entrambi.

D’altronde, la fratellanza di sangue Arte/Moda è spesso congenita, spesso ambiziosa, in ogni caso evidente.

 

Forse, allora, non è una coincidenza fortuita che anche oggi una creazione di Dolce & Gabbana, presentata durante l’ultima settimana della moda maschile a Milano, possa ricordare in maniera lampante i quadri di un artista che ha fatto, a sua volta, della cannibalizzazione di immagini altrui la sua cifra stilistica, in bilico tra surrealismo pop ed estetica neokitsch (era, non per niente, tra i big invitati alla mostra sul kitsch curata da Gillo Dorfles alla Triennale).

L'artista in questione è Felipe Cardeña, imprendibile spagnolo dal profilo ambiguo e sfuggente come un personaggio di Borges.

Claro, l’iconografia del celeberrimo duo della moda è, fin dagli esordi, sempre stata opulenta di fiori, rosari, Santi e Madonne. La novità è, semmai, nell’effetto dichiaratamente collage-istico della loro creazione, che richiama direttamentissimamente l’opera dell’artista spagnolo.

 

dolce and gabbana 2014, felipe cardena, la diadema del amor

 

La domanda, allora, se la similitudine tra l'ultima creazione di Dolce & Gabbana e i quadri di Felipe sia intenzionale o casuale, esplicita o latente, a questo punto ha poca importanza: posta la suddetta fratellanza arte/moda, com'è noto, Picasso sosteneva che solo i mediocri imitano, mentre i geni copiano.


Pics’ credits & courtesy:
 
1_Paul Poiret, Harem evening ensemble, 1910
Ballets Russes à Paris, 1909-1929
 
2_Cappello-Scarpa di Salvador Dali indossato da Elsa Schiaparelli, 1937
 
3_Giacomo Balla, Il vestito antineutrale - manifesto futurista, 1914
 
4_Andy Warhol, Stephen Sprouse’ Polaroid, 1984
Stephen Sprouse, Andy’s camo jacket, 1988
 
5_Dolce & Gabbana, menswear fw 2014
Felipe Cardeña, La diadema del amor - collage su tela, 2012
 
 
condividi le tue IDEE
lascia un COMMENTO

B
i
u
Quote
Code
List
List item
URL
Nome
Mail (non sarà pubblicata)
Codice   
Invia Commento


Condividi
 
haute_vision
box_concorsi

Nome
Email
box_hotnews
VARIE_Milano in panico: si respira VARIE_Milano in panico: si respira
 
Giovedì 26 Gennaio 2012 17:19
BOOK_Maurizio Cattelan - All BOOK_Maurizio Cattelan - All
Domenica 22 Gennaio 2012 22:59
VARIE_Dimmi cosa leggi e ti dirò chi sei
Lunedì 09 Gennaio 2012 14:14
BOOK_Favole al Telefono BOOK_Favole al Telefono
Lunedì 09 Gennaio 2012 13:39
VARIE_Se Steve Jobs fosse nato a Napoli
Domenica 08 Gennaio 2012 18:23
ARTE_Il futuro dell'arte e' donna ARTE_Il futuro dell'arte e' donna
Domenica 08 Gennaio 2012 17:02
ARTE_Come ti attiro il Mecenate ARTE_Come ti attiro il Mecenate
Domenica 08 Gennaio 2012 16:12
INTERVISTE_Being Yoko Ono INTERVISTE_Being Yoko Ono
Sabato 29 Gennaio 2011 16:02
INTERVISTE_Marina Abramovic in intellectual fashion INTERVISTE_Marina Abramovic in intellectual fashion
 
Martedì 25 Gennaio 2011 18:04
MODA_Minimal Baroque Sunglasses di Prada MODA_Minimal Baroque Sunglasses di Prada
 
Martedì 25 Gennaio 2011 15:06

Tre prestiti dal Louvre per l’Expo di Milano

La conferma arriva attraverso le colonne del Corriere della Sera:[…]

Giornate Europee del Patrimonio 2014

Sabato 20 e domenica 21 settembre 2014 si celebra la[…]

Segantini a Milano: a ventiquattrore dall’inaugurazione della maxi-mostra su Chagall apre sempre a Palazzo Reale quella sull’artista trentino. Ecco le prime immagini

Milano, Segantini Via una sotto l’altra: prima Chagall ora Giovanni[…]

Street art e profumi. Nasty racconta il nuovo Vent de Folie di Annick Goutal

Da ragazzina aveva un destino già tracciato: la musica, gli[…]

A Napoli sta nascendo un nuovo distretto artistico a Porta Capuana, e vi trasferisce la galleria anche Dino Morra. Altre informazioni, su Artribune Magazine, a giorni in uscita

Il chiostro della chiesa di Santa Caterina a Formiello L’ultima[…]

L'arte secondo i Borgia

Il Museo Maillol di Parigi propone una rivalutazione dei Borgia,[…]

Le tre anime di Chagall in mostra

Oltre 220 opere, le «Memorie» e la poetica multiculturale di[…]

Il Sole 24 Ore presenta la collana «I Maestri dell'Arte»: la storia illustrata di 12 grandi artisti pensata per i più piccoli

Il primo volume della collana sarà dedicato a Marc Chagall...