giovedì 24 luglio 2014  

video

RAGNAR KJARTANSSON. THE VISITORS - Milano, Hangar Bicocca - fino al 5.01.2014
ARTE
Mercoledì 16 Ottobre 2013 10:39, Scritto da Fabiola

AL CENTRO DI OGNI CORALITÀ

RAGNAR KJARTANSSON. THE VISITORS - Milano, Hangar Bicocca - fino al 05.01.2014

di Adriano Annino

 

Read moreInaugurata in occasione del festival MITO, a stragrande richiesta - dopo il finissage del 17 novembre - HangarBicocca torna ad esporre, dal 5 dicembre fino al 5 gennaio 2014The Visitors, la struggente installazione-video di Ragnar Kjartansson, prodotta nel 2012 dal Migros Museum für Gegenwartskunt di Zurigo, in una versione ripensata appositamente per questo incredibile spazio espositivo.

 

Nove video in scala 1:1, disposti in forma ovoidale.

Nove lunghi piani-sequenza di nove ambienti (il tinello, la biblioteca, le camere da letto, lo studio, il bagno, il pianerottolo, la sala della musica e la veranda) della grande casa ottocentesca di Rokeby, sul fiume Hudson, da 200 anni proprietà degli Astor - influente famiglia della società, della finanza e della politica americana.

 

Ultimo aggiornamento Giovedì 05 Dicembre 2013 12:22
THIS IS NOT A LOVE SONG - Barcellona, Centre de la Imatge La Virreina - fino al 29.09.2013
PERFORMANCE
Giovedì 01 Agosto 2013 21:30, Scritto da Fabiola

SEX, MUSIC AND VIDEOTAPE. LA STORIA DEL POP ATTRAVERSO I VIDEOCLIP

THIS IS NOT A LOVE SONG - Barcellona, Centre de la Imatge La Virreina - fino al 29.09.2013

di Simona Spinola

 

Read moreInaugurato in concomitanza con il Primavera Sound di Barcellona - er Coachella de noartri, iberici e trapiantati tali - il Centre de la Imatge La Virreina ha proposto, nel cuore della Rambla, This is not a love song: un excursus sulla musica degli ultimi 40 anni, attraverso iconiche immagini in movimento.

Approccio originale, che riunisce nomi grandi e piccoli della videoarte e di MTV per una scorpacciata di sperimentazioni di varia natura. Perché certo, saranno anche solo canzonette, eppure, in meno di cinquant’anni, la musica ha invaso il territorio della creatività non solo a livello acustico: utopie, provocazioni, impegno politico hanno scandito la fine del XXI secolo in un connubio, ormai inscindibile, tra musica ed arte.

Generi quali il rock'n'roll, la psichedelia, il punk, il soul, la disco e l'indie-pop si sono spessissimo fusi con movimenti e sottoculture quali la performance, la body-art ed il cinema sperimentale, per generare feconde collaborazioni ed influenze bidirezionali.

 

Ultimo aggiornamento Venerdì 04 Ottobre 2013 10:33
OGNI UOMO È UN’ISOLA, a cura di F. La Paglia - Torino, Galleria Martano - finissage 16.06.2013
ARTE
Venerdì 14 Giugno 2013 19:20, Scritto da Fabiola

L’ISOLA BAMBINA

Ogni uomo è un’isola, a cura di F. La Paglia - Torino, Galleria Martano - finissage 16.06.2013

di Rita Salvadei

 

Read moreL'infanzia è ciò di cui si nutre l'adulto.

È attraverso il confronto con l’infanzia vissuta che l’adulto può tracciare nuovi cammini, in una continua ed inevitabile separazione e identificazione, finalizzate a un percorso di autocoscienza.

A questo tema è dedicata la mostra Ogni uomo è un'isola, a cura di Federica La Paglia, inaugurata il 16 maggio presso la Galleria Martano di Torino, in concomitanza con l’apertura del Salone del Libro.

 

“[...] diceva che ogni uomo è un’isola, ma io, siccome la cosa non mi riguardava visto che sono una donna, non gli davo importanza. Voi che ne pensate? Che bisogna allontanarsi dall’isola per vedere l’isola, e che non ci vediamo se non ci allontaniamo da noi. Se non ci allontaniamo da noi stessi, intendete dire, non è la medesima cosa”.

José Saramago, Il racconto dell’isola sconosciuta

 

Il progetto, partendo da questa citazione, indaga l’indissolubile relazione esistente tra l'uomo adulto e il suo sé bambino, in una continua commistione stratificata dell’Io.

 

Ultimo aggiornamento Venerdì 14 Giugno 2013 19:37
Fiona Tan, INVENTORY - Prima mondiale assoluta a Roma, MAXXI - fino all’8.09.2013
ARTE
Giovedì 18 Aprile 2013 09:43, Scritto da Fabiola

SAGGI DI MEMORIA, STRATIGRAFIE DI TEMPO E LUOGHI

Fiona Tan, Inventory - Roma, MAXXI - fino all’8.09.2013

di Ilaria Piccioni

 

Read moreInventory è il racconto visivo di una parte della poetica di Fiona Tan - nata in Indonesia, cresciuta in Australia e residente in Olanda dal 1988.

Il video, presentato in prima mondiale nella mostra a lei dedicata al MAXXI di Roma, è prodotto con il contributo del Philadelphia Art Museum, la Wyncote Foundation e la Mondriaan Foundation di Amsterdam.

 

Nei lavori presenti al Museo delle Arti del XXI secolo si legge il forte legame con la memoria e la sua registrazione, nella dialettica con gli spazi aperti del luogo espositivo, non delimitati da strutture allestitive.

La rilettura della storia con relazioni visive sinottiche - riscritte e riordinate nelle immagini video - raccoglie elementi di funzione identitaria legati al tempo, emergendo in frangenti concentrati e disciolti nello spazio e negli istanti di visione.

 

Ultimo aggiornamento Venerdì 19 Aprile 2013 15:50
Rassegna CRINALE_INVIDEO 2012|2013 - Penne (PE), Inangolo - finissage 13.04.2013
ARTE
Sabato 13 Aprile 2013 10:23, Scritto da Fabiola

GLI ABITANTI DEGLI ANGOLI

CRINALE_INVIDEO 2012|2013 - Penne (PE), Inangolo - finissage 13.04.2013

di Rossella Iorio

 

Read moreTutti gli abitanti degli angoli
verranno a dar vita all'immagine,
a moltiplicare tutte le sfumature d'essere
dell'abitante degli angoli.
 
Gaston Bachelard, La poetica dello spazio

 

Fuori tempo massimo per la promozione della mostra di videoarte Crinale - Invideo 2012|2013, che si concluderà oggi, sabato 13 aprile, presso Inangolo, approfitto dell'occasione per farne una lettura critica postuma rispetto alla visibilità dell'evento, da prendere piuttosto in considerazione come passaggio performato di una ricerca non conclusa, per metterne in luce la coerenza creativa con ciò che Inangolo vuole, ed ha incominciato decisamente ad essere.

 

Un piccolissimo spazio di libertà.

 

Ultimo aggiornamento Sabato 13 Aprile 2013 11:29
Group show. O [Eau] - Palermo, Palazzo Ziino - fino al 30.03.2013
ARTE
Mercoledì 20 Marzo 2013 11:23, Scritto da Fabiola

BEING OPHELIA

Group show. O [Eau] - Palermo, Palazzo Ziino - fino al 30.03.2013

di Giovanna Marascia

 

Read moreUn sabato palermitano come tanti altri.

 

Forse un po’ più freddo di tanti altri, in questo incerto e confuso mese di marzo.

 

Mi incammino da casa verso via Dante, trafficata come tutti i giorni, tra lo scorrazzare delle auto che salgono verso la Zisa e i passanti di ritorno a casa da lavoro, o appena usciti per l’aperitivo di fine settimana.

 

Il cappotto addosso e un cappello per la pioggia che può cadere da un momento all’altro, come succede spesso in quei giorni che intercorrono tra la fine dell’inverno e l’inizio della primavera.

 

Non piove, o quantomeno non piove ancora.

Ma dentro Palazzo Ziino è come se piovesse.

Come se si concentrasse tutta l’acqua che non è caduta nel corso della giornata.

 

Dalla prima all’ultima stanza che ospita la mostra O [Eau], un unico filo conduttore: un fiume che sgorga e attraversa lo spazio, in maniera fluida.

 

Ultimo aggiornamento Mercoledì 20 Marzo 2013 12:48
The next day & David Bowie is: DAVID BOWIE conquista iTunes ed il V&A Museum
PERFORMANCE
Giovedì 14 Marzo 2013 12:29, Scritto da Fabiola

OH! YOU PRETTY STARMAN

The next day e David Bowie is: David Bowie conquista iTunes ed il V&A Museum

di Francesca Borzacchi

 

 

Read moreNessun’intervista, niente tweets o posts sui social networks.

Avulso dal ridondante show business, pur sempre affamato di lui, ha lasciato spazio a pettegolezzi infiniti sulla sua salute e a qualche scatto - raro - rubato per le strade newyorkesi.

È sparito per più di dieci anni, David Bowie, per riapparire, abbagliantemente come solo lui può e sa, risvegliando l’animo mai completamente sopito dei suoi fans, con The next day.

 

Uscito il 12 marzo e già #1 nella classifica di iTunes in oltre 40 Paesi, il lavoro recide di netto il cordone ombelicale che lo unisce allo spigoloso Reality di 10 anni fa, a partire dalla copertina - non solo dei due singoli già estratti, ma soprattutto dell’album, tutte ad opera di Jonathan Barnbrook: un quadrato bianco che nasconde la leggendaria cover di Heroes (1977), che “sembra lasciare al centro lo spazio giusto per un autografo” (a detta di Tony Visconti, suo storico produttore).

 

Ultimo aggiornamento Mercoledì 20 Novembre 2013 18:19
ASVOFF BARCELONA - a cura di DIANE PERNET - dal 24 al 27.01.2012
MODA
Domenica 01 Gennaio 2012 00:00, Scritto da Fabiola

THE SHADED SIDE OF FASHION

ASVOFF - A Shaded View on Fashion Film - Festival internazionale dei corti di moda, a cura di DIANE PERNET

dal 24 al 27 Gennaio 2012 - CaixaForum, Barcellona

redazione SeroxCult

 

Ellen Von Unwerth per VS Magazine 3, Tutti Frutti

Read moreDa sempre, la moda è stata associata alla staticità dell’immagine fotografica. Fotografi di fama internazionale hanno dato il loro contributo a sfilate, campagne promozionali e pubblicità, con la conseguenza che, nella moda, l’immagine dinamica ha rivestito un ruolo minore all’interno del microcosmo della cinematografia - nonostante quello del corto sia un formato che accoglie nuovi sbocchi ed avanguardistiche sfide.  

 

Conscia di quest’opportunità, la visionaria Diane Pernet ha creato, nel 2008, ASVOFF - A Shaded View on Fashion Film, festival completamente dedicato alla cinematografia ed alla moda, e concorso-evento che mette insieme grandi personalità del fashion system, dell’arte e del cinema, ispirato dal suo stesso blog A Shaded View on Fashion - all’interno del quale la curatrice, fotografa e pioniera della moda dà spazio al gotha dello stile e dell’arte, portando incessantemente alla ribalta nuovi talenti.

 

Ultimo aggiornamento Mercoledì 20 Novembre 2013 18:41
The great escape: TERRY RICHARDSON e KATE MOSS per la collezione autunnale di Mango
MODA
Venerdì 01 Luglio 2011 11:12, Scritto da Fabiola

LA MASCHERA DI TERRY

The great escape: Terry Richardson e Kate Moss per la collezione autunnale di Mango

di Fabiola Triolo

 

 

Read more[Soundtrack: There’s something ‘bout Terry & Kate that makes me sweat, da parafrasare sull’inciso di Need U Tonight, INXS].

 

Perché ogni collaborazione tra Terry Richardson e Kate Moss ha del sensualmente torbido, dell’affinitivamente scorretto, alza le temperature.

Ad una manciata di ore dal momento in cui la real Kate of England si mariterà a Jamie Hince, frontman dei Kills, e mentre ancora ferve il totomedia sul blindatissimo nome del designer del suo abito (ma quanto amerei fosse Galliano, perché io sono come quelle madri che prediligono il figlio più debole...), a SeroxCult innalziamo il calice augurale raccontandovi di un altro sodalizio, stavolta artistico, che la vede protagonista da 14 anni.

 Terry's Diary, 2011

Ultimo aggiornamento Mercoledì 13 Novembre 2013 19:43