giovedì 24 luglio 2014  

mitologia

SFILATE D'OMBRE E CANTI ORIGINARI - Intervista a NICOL VIZIOLI
INTERVISTE
Domenica 02 Giugno 2013 18:48, Scritto da Fabiola

SFILATE D’OMBRE E CANTI ORIGINARI

Intervista a Nicol Vizioli

di Sara Cecchetto

 

Read moreCapita d’imbattersi in opere che sembrano richiamarci non da, ma in un sogno - di quei sogni ricorrenti, che più fanno parte della profondità del nostro essere, che ci appartengono e cui apparteniamo.

E, se capita, irresistibile si percepisce l’istinto d’avvicinarsi – un’attrazione ancestrale ci sospinge a scrutarne i misteri.

Quando capita, entrando in contatto con un’autrice d’immagini di questo genere, non si può resistere alla tentazione di porle delle domande, per entrare nei suoi lavori e nei suoi - nei nostri - sogni.

 

Nicol Vizioli, giovane artista romana, londinese d’adozione, gode di quel dono grazie al quale intuizione ed impulso diventano opera d’arte.

I suoi scatti dipingono, tra sfumature e pennellate - frutto della sua originaria passione per la pittura, evolutasi in amore per la fotografia - una realtà onirica ed evocativa, popolata di auratiche visioni di un’umanità colta in tutte le sue sfaccettature.

 

Ultimo aggiornamento Lunedì 03 Giugno 2013 11:15
Kostis Velonis, GRA(M)MARY OF PUPPETRY - Roma, Galleria Monitor - fino al 4.05.2013
ARTE
Lunedì 22 Aprile 2013 12:49, Scritto da Fabiola

LA SOTTILE LINEA TRA FINZIONE E REALTÀ

Kostis Velonis, Gra(m)mary of Puppetry - Roma, Galleria Monitor - fino al 4.05.2013

di Marta Pellerini

 

Read moreImmaginate un mondo parallelo al nostro, fatto di marionette di legno o di stoffa i cui fili vengono mossi da un burattinaio, che ne decide movimenti e gesti.

Un mondo in cui il teatro, da pura finzione, si trasforma in realtà vera e propria, all’interno del quale ogni soggetto è pilotato da un’entità invisibile.

 

Nella sua ultima personale, inaugurata il 28 marzo alla galleria Monitor di Roma, l’artista greco Kostis Velonis - la cui ricerca spazia dal costruttivismo russo al Bauhaus, passando per i movimenti radicali del ’68 e i differenti sottogeneri di Democrazia - riesce a farci immergere in questo universo fatto di riferimenti al teatro, alla mitologia greco-romana, al cosmo, ma anche di attinenze al moderno.

 

Ultimo aggiornamento Lunedì 29 Aprile 2013 11:43