mercoledì 23 aprile 2014  

installazione

Interpretazioni mixed-media per le visioni del Maestro: FELLINI ALL’OPERA. LA MOSTRA - Rimini, Teatro Galli - fino al 20.01.2014
ARTE
Giovedì 12 Dicembre 2013 11:49, Scritto da Fabiola

DI_VISIONARIO

FELLINI ALL’OPERA. LA MOSTRA - Rimini, Teatro Galli - fino al 20.01.2014

di Veronika Aguglia

 

Read morePurismo visionario.

Immaginario puro.

Alto ufficiale superiore, che comanda una di_visione.

Questa partenza autoritaria si addice ad uno dei Padri Fondatori del cinema d’autore, assoluto anche per credenti non praticanti del genere: Federico Fellini.

Cinema impiantato nella nostra cultura, secondo un passaparola che ci ha resi tutti, più o meno, felliniani.

Al riminese regista la sua città natale dedica un ricordo tangibilissimo, in una mostra che contiene tutte le aggettivazioni della sua poetica. Fellini all’opera. La mostra, visitabile fino al 20 gennaio 2014 (anniversario della sua nascita), è tra le ultime imprese di Fellinianno 2013, un’incalzante programmazione del capoluogo a lui dedicata nell’anno del ventennale dalla scomparsa. Ciò avviene in un luogo che di sicuro, a Fellini, sarebbe piaciuto vedere integralmente funzionante: il reclamato da tutti Teatro A. Galli, bombardato durante la Seconda Guerra, tuttora autentico incompiuto a cielo aperto - eccetto per alcuni spazi accessibili al pubblico, come il foyer e i saloni dove è allestita la mostra.

 

Ultimo aggiornamento Giovedì 12 Dicembre 2013 15:09
BIENNALE LAST MINUTE. 55a Biennale d’Arte 2013: Il Palazzo Enciclopedico, a cura di M. Gioni - Venezia, fino al 24.11.2013
ARTE
Lunedì 18 Novembre 2013 12:43, Scritto da Fabiola

BIENNALE LAST MINUTE. VADEMECUM PER L’ULTIMA SETTIMANA BIENNALESCA

55a Biennale d’Arte 2013: Il Palazzo Enciclopedico, a cura di M. Gioni - Venezia, fino al 24.11.2013

di Ilaria Simeoni

 

Read moreQuesta volta ho deciso di scrivere le mie impressioni sulla Biennale d’Arte di Venezia molto tardi: siamo già a novembre inoltrato, e l’esposizione finirà il 24.

Perché?

Beh, perché molto spesso se ne parla e se ne scrive entro e non oltre i giorni della vernice - i fatidici 4 giorni di follia creativ-mondana che affollano la città - commentando/distruggendo/osannando qualsiasi cosa in pochissimo tempo, quasi in una corsa a voler dare la nota più sarcastica per primi.

Questa volta non lo farò, anzi non l’ho fatto, per alcuni semplici motivi: l’esibizione curata da Massimiliano Gioni è enorme, davvero enciclopedica, e ci sono voluti mesi per osservare con attenzione ogni Padiglione, ogni opera in ogni spazio, dentro e fuori dai Giardini, e dall’Arsenale.

 

Volevo proporvi dunque, calma e ponderata, alcune cose che hanno attirato la mia attenzione per capacità narrativa e spiccata originalità; opere selezionate per meravigliare, e lasciare i fruitori a bocca spalancata, come fossimo in una rinascimentale wunderkammer.

 

Ultimo aggiornamento Mercoledì 11 Dicembre 2013 11:40
IL M'AMA NON M'AMA DI LAURA - Intervista a LAURA CIONCI per L'UMORE DELL'AMORE
INTERVISTE
Lunedì 11 Novembre 2013 19:44, Scritto da Fabiola

IL M’AMA NON M’AMA DI LAURA

L’Umore dell’Amore: intervista a Laura Cionci

di Giorgia Fileni

 

Read moreGioco, Memoria e Carnevale costituiscono le parole chiave della ricerca di Laura Cionci, artista romana, classe 1980, spesso impegnata in lunghi viaggi in America Latina.

In occasione della Nona Giornata del Contemporaneo, ha presentato - sotto la curatela di Aleph Arte, con Giorgia Fileni e Silvia Pujia per il ciclo Un’opera, negli spazi di Palazzo Panariti di Lamezia Terme - il suo ultimo progetto, poetico e provocatorio, dal titolo L'Umore dell'Amore: una performance ed un intervento site-specific, in seguito alla sua residenza d'artista, in cui la distruzione diventa forma di creazione.

 

Ultimo aggiornamento Martedì 12 Novembre 2013 11:56
RAGNAR KJARTANSSON. THE VISITORS - Milano, Hangar Bicocca - fino al 5.01.2014
ARTE
Mercoledì 16 Ottobre 2013 10:39, Scritto da Fabiola

AL CENTRO DI OGNI CORALITÀ

RAGNAR KJARTANSSON. THE VISITORS - Milano, Hangar Bicocca - fino al 05.01.2014

di Adriano Annino

 

Read moreInaugurata in occasione del festival MITO, a stragrande richiesta - dopo il finissage del 17 novembre - HangarBicocca torna ad esporre, dal 5 dicembre fino al 5 gennaio 2014The Visitors, la struggente installazione-video di Ragnar Kjartansson, prodotta nel 2012 dal Migros Museum für Gegenwartskunt di Zurigo, in una versione ripensata appositamente per questo incredibile spazio espositivo.

 

Nove video in scala 1:1, disposti in forma ovoidale.

Nove lunghi piani-sequenza di nove ambienti (il tinello, la biblioteca, le camere da letto, lo studio, il bagno, il pianerottolo, la sala della musica e la veranda) della grande casa ottocentesca di Rokeby, sul fiume Hudson, da 200 anni proprietà degli Astor - influente famiglia della società, della finanza e della politica americana.

 

Ultimo aggiornamento Giovedì 05 Dicembre 2013 12:22
Pablo Rubio, ESTADOS INDEFINIDOS PARA UNA EXISTENCIA - Vorno (LU), Tenuta dello Scompiglio - fino al 29.09.2013
ARTE
Lunedì 10 Giugno 2013 09:49, Scritto da Fabiola

TRATTI DI ESISTENZA PERCEPITA

Pablo Rubio, Estados indefinidos para una existencia - a cura di Antonio Arévalo

Vorno (LU), Spazio Performatico ed Espositivo @ Tenuta dello Scompiglio - fino al 29.09.2013

di Ilaria Piccioni

 

Read morePablo Rubio (Córdoba, 1974) torna ad affacciarsi alla Tenuta dello Scompiglio (LU) per riprendere le fila del discorso iniziato ne Il Cimitero della Memoria (a cura di Angel Moya Garcia con Cecilia Bertone, terza tappa della performance itinerante Riflessi in bianco e nero), dove nel 2010 aveva dialogato strettamente con altri artisti invitati, in relazione con il territorio della Tenuta.

In quell’occasione aveva portato allo scoperto - nel contatto diretto con la terra - Ritratti in presente. Anatomia di un oblio, lavoro intimamente legato alla memoria sedimentata nella carta, nelle tracce scritte su libri.

 

Ora, all'interno dello SPE - Spazio Performatico ed Espositivo, al chiuso del grande ambiente bianco, Pablo distende un vissuto di esistenza, nella ricostruzione personale ed intima resa possibile attraverso gli oggetti appartenuti ad un passato destrutturato, di identità anonime.

 

Ultimo aggiornamento Giovedì 04 Luglio 2013 17:57
Ludovica Gioscia, FORECASTING OUROBOROS - Roma, MACRO - fino al 31.12.2013
ARTE
Sabato 04 Maggio 2013 00:00, Scritto da Fabiola

LA PERVERSIONE DI UN GESTO DOVUTO

Ludovica Gioscia, Forecasting Ouroboros - Roma, MACRO via Nizza - fino al 31.12.2013

di Francesca Borzacchi

 

 

Read moreUn collage tridimensionale extralarge si staglia imperioso sulle pareti del MACROcafé, al primo piano del MACRO di via Nizza, facendo da contraltare al pavimento rosso brillante e da sfondo ai tavolini argentati.

 

Si tratta di Forecasting Ouroboros[1], nuova creatura nata per la serie Giant Decollage, di Ludovica Gioscia.

 

La splendida artista, italiana di nascita ma londinese d’adozione, ha sovrapposto sulle pareti dello spazio museale carte da parati dei più svariati materiali, nuances e fantasie, per poi gradualmente compiere un’azione distruttiva, strappando e deturpando le stesse, reificando quel consumismo ossessivo-compulsivo viscerale della nostra società, che vede nell’acquisto e nel logorio tempestivo di qualsiasi oggetto la natura stessa della sua esistenza.

 

Ultimo aggiornamento Sabato 04 Maggio 2013 09:53
DISCIPULOS, a cura di Antonio Arévalo - Scicli (RG), Clang - fino al 2.05.2013
ARTE
Lunedì 29 Aprile 2013 11:11, Scritto da Fabiola

I DISCIPULOS DI ARÉVALO

Discipulos - special project ispirato alla simbologia del Cristo di Burgos

Scicli (RG), Clang - fino al 2.05.2013

di Fabiana Bellio

 

 

Read morePunto di partenza di Discipulos è una tela anonima, di probabili origini spagnole, raffigurante la Passione.

 

Situato all’interno della Chiesa di San Giovanni Evangelista a Scicli, cittadina del ragusano, il dipinto mostra un Cristo crocifisso di raffinata bellezza,  il cui corpo - caratteristica che lo rende particolare tra tanti - è coperto dalla cintola in giù con una veste bianca.

 

Un corredo di figure simboliche, ben in evidenza, completano il Cristo di Burgos.

 

 

Antonio Arévalo, curatore della mostra presso Clang, ha scelto sei artisti a cui ha chiesto di dialogare con la tela barocca in questione.

 

E il risultato, per certi versi, è stato molto affascinante: Tiziana Cera Rosco, Giovanni Gaggia, Eva Gerd, Maddalena Mauri, Pablo Rubio e Sasha Vinci hanno fatto memoria di questi simboli della tradizione cristiana - l’effige di un uovo e due else di spada -, li hanno fatti propri come se appartenessero non solo alla divinità, ma in primo luogo all’umanità.

 

Ultimo aggiornamento Lunedì 29 Aprile 2013 11:40
Kostis Velonis, GRA(M)MARY OF PUPPETRY - Roma, Galleria Monitor - fino al 4.05.2013
ARTE
Lunedì 22 Aprile 2013 12:49, Scritto da Fabiola

LA SOTTILE LINEA TRA FINZIONE E REALTÀ

Kostis Velonis, Gra(m)mary of Puppetry - Roma, Galleria Monitor - fino al 4.05.2013

di Marta Pellerini

 

Read moreImmaginate un mondo parallelo al nostro, fatto di marionette di legno o di stoffa i cui fili vengono mossi da un burattinaio, che ne decide movimenti e gesti.

Un mondo in cui il teatro, da pura finzione, si trasforma in realtà vera e propria, all’interno del quale ogni soggetto è pilotato da un’entità invisibile.

 

Nella sua ultima personale, inaugurata il 28 marzo alla galleria Monitor di Roma, l’artista greco Kostis Velonis - la cui ricerca spazia dal costruttivismo russo al Bauhaus, passando per i movimenti radicali del ’68 e i differenti sottogeneri di Democrazia - riesce a farci immergere in questo universo fatto di riferimenti al teatro, alla mitologia greco-romana, al cosmo, ma anche di attinenze al moderno.

 

Ultimo aggiornamento Lunedì 29 Aprile 2013 11:43
Fiona Tan, INVENTORY - Prima mondiale assoluta a Roma, MAXXI - fino all’8.09.2013
ARTE
Giovedì 18 Aprile 2013 09:43, Scritto da Fabiola

SAGGI DI MEMORIA, STRATIGRAFIE DI TEMPO E LUOGHI

Fiona Tan, Inventory - Roma, MAXXI - fino all’8.09.2013

di Ilaria Piccioni

 

Read moreInventory è il racconto visivo di una parte della poetica di Fiona Tan - nata in Indonesia, cresciuta in Australia e residente in Olanda dal 1988.

Il video, presentato in prima mondiale nella mostra a lei dedicata al MAXXI di Roma, è prodotto con il contributo del Philadelphia Art Museum, la Wyncote Foundation e la Mondriaan Foundation di Amsterdam.

 

Nei lavori presenti al Museo delle Arti del XXI secolo si legge il forte legame con la memoria e la sua registrazione, nella dialettica con gli spazi aperti del luogo espositivo, non delimitati da strutture allestitive.

La rilettura della storia con relazioni visive sinottiche - riscritte e riordinate nelle immagini video - raccoglie elementi di funzione identitaria legati al tempo, emergendo in frangenti concentrati e disciolti nello spazio e negli istanti di visione.

 

Ultimo aggiornamento Venerdì 19 Aprile 2013 15:50