giovedì 21 agosto 2014  

Angel Moya Garcia

Intervista ad ANGEL MOYA GARCIA e ROBERTO PUGLIESE per EMERGENZE ACUSTICHE - Vorno, Tenuta dello Scompiglio - fino al 19.01.2014
INTERVISTE
Lunedì 09 Dicembre 2013 10:41, Scritto da Fabiola

TEORIA GENERALE DEL SISTEMA-SCOMPIGLIO

Intervista ad ANGEL MOYA GARCIA e ROBERTO PUGLIESE

Roberto Pugliese, Emergenze Acustiche - Vorno (LU), SPE @ Tenuta dello Scompiglio - fino al 19.01.2014

di Ilaria Piccioni

 

Read moreCi troviamo a raccontare un nuovo appuntamento dello SPE - Spazio Performatico ed Espositivo della Tenuta dello Scompiglio, in provincia di Lucca, a due anni dalla sua prima inaugurazione. Stavolta il curatore Angel Moya Garcia ha chiamato Roberto Pugliese a intervenire nello spazio, nella caratteristica sonora e installativa di un lavoro di interpretazione del Sistema-Scompiglio, proprio come ne ha voluto dare lettura l'artista napoletano.

Peculiarità dell'installazione sonora Emergenze Acustiche è il risultato di consonanza tra gli elementi propri della Tenuta: l'armonico risuono musicale - effetto di una elaborazione sintetica specifica di dati numerici appartenenti alla struttura - nell’esclusiva fruizione di ogni singolo visitatore, si muove linearmente attraverso i fili degli speakers che, in un unico fascio, si adagiano sul pavimento, al modo di una lunga e scura coda di cavallo.

 

Ultimo aggiornamento Lunedì 09 Dicembre 2013 11:29
Pablo Rubio, ESTADOS INDEFINIDOS PARA UNA EXISTENCIA - Vorno (LU), Tenuta dello Scompiglio - fino al 29.09.2013
ARTE
Lunedì 10 Giugno 2013 09:49, Scritto da Fabiola

TRATTI DI ESISTENZA PERCEPITA

Pablo Rubio, Estados indefinidos para una existencia - a cura di Antonio Arévalo

Vorno (LU), Spazio Performatico ed Espositivo @ Tenuta dello Scompiglio - fino al 29.09.2013

di Ilaria Piccioni

 

Read morePablo Rubio (Córdoba, 1974) torna ad affacciarsi alla Tenuta dello Scompiglio (LU) per riprendere le fila del discorso iniziato ne Il Cimitero della Memoria (a cura di Angel Moya Garcia con Cecilia Bertone, terza tappa della performance itinerante Riflessi in bianco e nero), dove nel 2010 aveva dialogato strettamente con altri artisti invitati, in relazione con il territorio della Tenuta.

In quell’occasione aveva portato allo scoperto - nel contatto diretto con la terra - Ritratti in presente. Anatomia di un oblio, lavoro intimamente legato alla memoria sedimentata nella carta, nelle tracce scritte su libri.

 

Ora, all'interno dello SPE - Spazio Performatico ed Espositivo, al chiuso del grande ambiente bianco, Pablo distende un vissuto di esistenza, nella ricostruzione personale ed intima resa possibile attraverso gli oggetti appartenuti ad un passato destrutturato, di identità anonime.

 

Ultimo aggiornamento Giovedì 04 Luglio 2013 17:57
Gian Maria Tosatti, SPAZIO #06 - Vorno (LU), Tenuta dello Scompiglio - dal 27.10 al 12.01
ARTE
Martedì 13 Novembre 2012 11:59, Scritto da Fabiola

NEL LUOGO DELLE ARTI

Inaugurazione SPE | Spazio Performatico Espositivo - Tenuta dello Scompiglio, Vorno (LU):

Gian Maria Tosatti, Spazio #06 - dal 27.10.2012 al 12.01.2013

di Ilaria Piccioni

 

Read more

Nel magico contesto naturale dei luoghi ritrovati di una tenuta in provincia di Lucca si apre lo SPE - Spazio Performatico ed Espositivo, dell'Associazione Culturale dello Scompiglio, attiva dal 2007, diretta da Cecilia Bertone.

 

Al chiuso del nuovo edificio nato dalla ripresa di una vecchia struttura ricostruita con aggiornate tecniche di bioarchitettura, 500 m2 su più livelli sono ingegnati per accogliere le arti tutte, nel dialogo costante di un'esperienza comune da condividere: tecniche visive, teatro, danza, performance, musica, cinema.

Ultimo aggiornamento Lunedì 09 Dicembre 2013 11:36
RELOAD AN EMPTY SPACE - SeroxCult saluta Reload Roma
ARTE
Giovedì 03 Marzo 2011 23:22, Scritto da Fabiola

RELOAD AN EMPTY SPACE

Riempire vuoti, urbani e culturali. SeroxCult saluta Reload Roma

di Fabiola Palladoro  

Read moreL’officina più attiva di Roma sta per chiudere i battenti. Dopo due mesi di mostre, conferenze, performances, esperimenti espositivi, incontri e tavole rotonde, in via Ghisleri, zona Pigneto, torna nuovamente il silenzio.  

Agli inizi di Gennaio inaugurava Reload Roma: un’ex officina meccanica di oltre 3000 mq ora trasformata in officina artistica, un laboratorio creativo che vuole concentrarsi principalmente sulla sperimentazione, l’incontro, il dialogo, e su tutto ciò che solitamente manca ai luoghi classici dell’arte. Proprio questa “inadeguatezza” dello spazio dà il carattere e la sostanza a tutto il progetto, trasmettendo, agli eventi e al pubblico, energia e familiarità immediate.

Il progetto è stato ideato e diretto da Gian Maria Tosatti, da sempre fautore di un lavoro costantemente in bilico tra arte e architettura, affamato di luoghi carichi di passato, opachi, visibilmente consumati ma magnetici, come lui stesso li definisce.  

Il recupero di spazi desueti, depauperati, abbandonati, è ormai prassi in tutta Europa e negli Usa: interi quartieri e località desolate vengono occupate da artisti, gallerie e musei, ricevendo così nuova luce e nuova vita. In Italia, ovviamente, queste proposte sono ancora viste come realtà underground o come qualcosa per giovani scapestrati senza troppa credibilità. L’idea sviluppata in Reload metterà a tacere ogni critica.

Ultimo aggiornamento Giovedì 03 Marzo 2011 23:43