mercoledì 01 ottobre 2014  
HOME | ARTE | ART BRUSSELS: cronaca di un fine settimana senza la crisi
ART BRUSSELS: cronaca di un fine settimana senza la crisi PDF
Giovedì 25 Aprile 2013 01:30

METTI UN W-E D’ARTE IN BELGIO...

Art Brussels: cronaca di un fine settimana senza la crisi

di Paolo Angelosanto

 

1 kendell geers official bagÈ stato un lungo week-end dell'arte, quello appena conclusosi in Belgio.

 

La Bruxelles art week ha aperto le danze mercoledì 17, con il vernissage di Art Brussels, esclusivamente per pochi eletti possidenti il fatidico invito; poi, da giovedì 18 a domenica 21, la fiera d'arte contemporanea belga ha democraticamente scandito i suoi appuntamenti artistici tra ufficialità, premières esclusive, private views, art performance acts, dj happenings sui prosceni di PopPositions, Slick e Off, le fiere alternative.

 

Immancabile, come i celebri cavolini oriundi, la notte bianca dell’arte, porte aperte nelle gallerie della capitale, andata in scena venerdì 19.

 

nandan ghiya

 

Una fiera curata fin nel minimo dettaglio, che passa anche per l’uniforme delle hostess che vi si aggirano, traghettatrici di artistiche anime in tutto e per tutto simili a quelle che ritroviamo ad alta quota.

Infatti, rivendicando orgogliosamente la posizione di primo piano che il fashion design belga ha conquistato sulla ribalta internazionale (vedi il MoMu e la meravigliosamente avanguardistica Scuola di Anversa, incubatrice di talenti quali Ann Demeulemeester, Dries Van Noten, Walter Van Beirendonck, Olivier Theyskens, Bernhard Willhelm), la divisa di Art Brussels è stata griffata da Natacha Cadonici ed accessoriata da Miss V, giovani talenti nativi, mentre la bag ufficiale è ad opera di Kendell Geers.

 

2 avery e shivan

 

Udite udite: passeggiando per l'expo si ha la sensazione - per la verità tutta mitteleuropea, ahinoi - che la crisi non abbia toccato il mercato dell'arte, con la partecipazione di ben 187 ateliers privati internazionali, che sono andati a rimpolpare l’offerta delle tre sezioni differenti: quella delle gallerie ufficiali, la sezione Young Talent e First Call, con 14 giovanissimi spazi invitati dal comitato a partecipare per la prima volta a quella risonante vetrina mondiale che è Art Brussels.

 

julien salaud

 

Tutto sommato, la Brussels Expo, con la nuova direzione artistica di Katerina Gregos, è risultata assolutamente da vedere, anche grazie alla sezione occupata dalle gallerie blasonatissime, dove ovviamente non potevano mancare i big - esposti più honoris causa che non per nuove artistiche rivelazioni.

 

fred eerdekens

 

3 laurent pernot, le roi est mortPer le Young Talent, la mia personalissima menzione d’onore va alla Galleria Bodson-Emelinckx di Bruxelles, che gioca in casa con i bei disegni bianchi incisi su carta da Simon Schubert, per la serie The Unexpected Answer;

alla galleria di Francoforte Parisa Kind, con le imponenti sculture in materiali inusitati come seta, tende e tappeti di Lena Henke,

ed alla galleria parigina Odile Ouizeman, che presenta Laurent Pernot con le sue suggestive installazioni, tra cui Le Roi est mort.

 

3b schubert henke pernot

 

Tra le First Calls, ne segnaliamo due da un capo all’altro del globo: la galleria berlinese Thomas Fischer, con una foto-video-installazione di Sebastian Stumpf (Performance #1, 2004, piccola istantanea di un interno sulla quale è proiettata l'azione dell'artista), e la Foxy Production di NY, con le opere dell'artista Michael Wang incentrate sul prestito della Mona Lisa alla National Gallery of Art, a Washington, nel 1963: un singolo evento assurto a simbolo della globalizzazione.

C’è la replica esatta, ad opera di Wang, dell’abito firmato Oleg Cassini che Jackie Kennedy indossò quella sera, e c’è la cartolina della foto ripetuta serialmente, ossessivamente.

 

4 michael wang

 

Buone anche le proposte di Aeroplastics Contemporary, che affida la conoscenza del futuro alla fantomatica indovina Rosy Lee, con tanto di dispensa di bigliettini-memento, nell’installazione di Gavin Turk Temple of Knowledge (altro che Chiara Galiazzo, siamo a Bruxelles mica a Sanremo),

mehdi georges lahlou 26 nikita kadandella provocatoria Transit (che spazia dalla ricerca dell’identità di genere in un terreno ostico come l’Islam ad opera di Mehdi-Georges Lahlou, alle anatomie dorate di Johan Creten, a Procedure Room, serie di piatti di Nikita Kadan che illustrano pratiche poliziesche ucraine di tortura, nella grafica propria del Dizionario Medico Popolare dell’era dei Soviet),

e della MOT International, tutte based in Belgium, quest’ultima presente con S’he - tre splendide polaroid del 1972 del performer Ulay, dalla serie Renais Sense.

 

8 ulay s he

 

Degni di nota anche gli stand della ADN di Barcellona e della Galerie Jérôme Poggi di Parigi, con l'installazione sonora di Bertrand Lamarche - già gradito ospite di istituzioni sue conterranee come il Palais de Tokyo, il Centre Pompidou e la Fondation Pierre Bergé - Yves Saint Laurent.

Proseguendo l’excursus tra le capitali europee, vi segnalo la galleria Ron Mandos di Amsterdam, con l’impattante foto (180x480 cm) di Isaac Julien.

 

9 isaac julien ron mandos

 

Tra le londinesi, notevole la proposta della Marlborough Fine Art, di cui ho apprezzato le belle opere - dagli autoritratti, alla video-art, alla scultura - di Graham Gussin.

 

10 ramin haerizadehAbbandonando il Vecchio Continente, ci è piaciuta la proposta della Isabelle Van Den Eynde Gallery di Dubai, con i suoi talenti nostrani quali Bita Fayyazi e Ramin Haerizadeh.

 

Spazi autogestiti: per la sezione Not For Profit Spaces, guidata da artisti e curatori indipendenti, ho visitato con piacere lo spazio di (SIC), importante piattaforma editoriale e curatoriale belga, quello del collettivo Établissement d'en Face, ed ho apprezzato la presentazione ufficiale dei nove giovani artisti che concorrono per il Prix de la Jeune Peinture Belge, concorso patrocinato dal facoltoso gruppo ING, il cui paniere premi si aggira intorno ai 60.000 €.

 

So che la cesura, in quanto a tema stanziamento fondi, da quanto appena detto sarà brusca e dolorosa, ma parliamo ora delle gallerie presenti ad Art Brussels battenti bandiera italiana.

 

C’è la napoletana Umberto di Marino con, tra gli altri, Marco Raparelli,

e c’è la pistoiese Spazio A, presente anche nella Cinema Section attraverso il video di Katarina Zdjelar My Lifetime,

mentre nella sezione delle consolidate non manca la regina della gallerie, la meneghina Lia Rumma, con diverse pièces - da Marina Abramović, alla giovane Marzia Migliora, a Joseph Kosuth, Enrico Castellani e William Kentridge.

 

Eccellente ed impeccabile lo stand della Galleria Continua di San Gimignano (SI) con le opere di artisti tra cui Hans Op de Beeck e Pascale Marthine Tayou.

 

11 gallerie lia rumma e continua

 

Presente anche la Prometeogallery di Ida Pisani, a Milano, dove non mancano l'arte Italiana, con Rossella Biscotti, e quella latinoamericana, con Regina José Galindo.

 

12 biscotti e galindo

 

Allo stand della Cardi Black Box di Milano, trottano i cavalli di razza dell'arte italiana: Michelangelo Pistoletto, Giulio Paolini, Lucio Fontana, Piero Manzoni ed Alighiero Boetti.

 

Presente in fiera sia con una performance live al museo Wielse che con opere fotografiche presso lo stand della Galerie Lara Vincy, di Parigi, alla seconda edizione della Slick art fair ho molto apprezzato il lavoro dell'artista spagnola Esther Ferrer,

delle gallerie belghe LKFF ART & Sculpture Projects (vincitrice del Prix des Collectionneurs con la video-installazione Mécaniques discoursives, del duo Fred Penelle & Yannick Jacquet)

e archiRAAR Gallery, con le foto di Jonathan Rosić della serie Ghosts, incentrate sulla triade morte/ritualità/gestualità.

Di contro, sempre alla Slick, esplosione di vita e colori ipersaturi nelle opere di Thierry Feuz, presentate dalla francese Galerie Pierrick Touchefeu.

 

 

13 ferrer e feuz

 

14 greta frauPresenza italiana discretamente registrata anche alla Slick,

grazie alla milanese The Flat, di Massimo Carasi, a proporre le sculture composite, solide ed ossessive, di Michael Johansson, e gli inquietanti ritratti ad olio nati dalla trance, come narra la leggenda, di Greta Frau;

e grazie anche alla FuoriCampo di Siena, con Francesco Carone, Luca Cutrufelli, Marco Andrea Magni.

 

Off Art Fair, seppur negli enormi e bellissimi spazi del Tour & Taxis, la sezione meno riuscita, con 50 gallerie presenti tra cui in massiccio numero le italiane (ben nove su un range internazionale,

15 gian luca groppicon la bolognese OltreDimore,

la torinese Riccardo Costantini Contemporary,

la romana Paola Cardano Arte Contemporanea,

la Romberg di Latina,

la milanese MC2 Gallery - che ha presentato il nostro amico Lamberto Teotino,

la genovese VisionQuesT e il suo testimonial, altro caro amico seroxiano, Gian Luca Groppi,

la Sabrina Raffaghello Arte Contemporanea di Alessandria,

la ferrarese MLB Home Gallery e la bresciana Kanalidarte).

 

In questo caso, la menzione speciale è tutta per l’ospite d’onore: il visionario, meravigliosamente noir e surreale fotografo cinese Quentin Shih, già due volte artefice di splendidi shootings per Dior.

 

16 quentin shih

 

In generale, dunque, Art Brussels ha presentato una ricca offerta per quella che ha guadagnato sul campo l’onorificenza di capitale europea dell’arte, oltre che sulla carta geopolitica.

 

spazio visivo

 

Il passaggio del testimone da Karen Renders, ottima condottiera dell’expo per 16 anni e prematuramente, tragicamente scomparsa ad ottobre, a Katerina Gregos sembra essere stato perfettamente coerente con quello che appare evidente nella città, a giudicare dal numero e dalla qualità dei visitatori: la crisi, qui, non ha attaccato il mercato dell’arte.

 

melissa ichiuji

 

La città di Bruxelles ha messo a disposizione un budget che supera i 100.000 €, senza per questo avanzare pretese di sorta; grossi finanziatori, come ING e Blegacom, partecipano da sempre attivamente alla sua riuscita; i collezionisti sono numerosi, e collaborano alla stesura stessa del programma.

 

dionisis kavallieratos

 

Ciò nonostante, la Gregos rivela che il budget non è mai sufficientemente commisurato a quelli che sono i suoi progetti futuri.

Lasciatecelo dire: appreso da un Paese tristemente noto per figurare agli ultimi posti della classifica mondiale, in materia di investimenti nella cultura, recepiamo quest’ultima dichiarazione come il proverbiale - poco artistico, ma visualmente efficace - schiaffo alla miseria.

 

www.artbrussels.be

su Facebook: Art Brussels - PopPositions Off Fair - Slick Art Fair - Off Art Fair Brussels

 

 

Pics’ credits & courtesy:

1_Art Brussels: variopinte creature si aggirano per la fiera, con al braccio la bag ufficiale disegnata da Kendell Geers

 

2_Nandan Ghiya, The Bouquet, 2012 - acrylic on old photographs, 115.6 x 137.2 cm

Nandan Ghiya, The Dreamer #4, 2012 - acrylic on old photographs, 73.7 x 58.4 cm

Nandan Ghiya, The Pose, 2012 - acrylic on old photographs, 190.5 x 119.4 cm

courtesy: 10 Chancery Lane Gallery, Hong Kong

 

3_ Charles Avery, Untitled (Tree No. 4 for Jadindagadendar), 2013

steel, brass, magnets, Perspex, paint, 310x360x360 cm - courtesy: the artist & Grimm Gallery, Amsterdam

Shine Shivan, Glimpse of thirst - installation view, 2012

used fabric, jute, fiber, marbles, fiber glass, artificial hair, sequins, beads - variable dimensions

courtesy: Gallery Maskara, Mumbai

 

4_Julien Salaud, Constellation de la biche 2, 2012

Taxidermie, clous, fils de coton, perles de rocaille, colle - dimensions variables

Courtesy: Galerie Suzanne Tarasieve, Bruxelles

 

5_Fred Eerdekens, Before whatever…, 2012

copper, light source, 14 x 220 x 18 cm - courtesy: the artist & Samuel Vanhoegarden Gallery, Knokke

 

6_Laurent Pernot, Le Roi est mort, 2012

installation néon, graviers et ardoises noirs, dimensions variables - courtesy: Galerie Odile Ouizeman, Paris

 

7_Simon Schubert, The Unexpected Answer, 2013

folded paper, 50x35 cm - courtesy: the artist & Bodson-Emelinckx Gallery, Bruxelles

Lena Henke, Ohne Titel, 2011

fiberglass, epoxy resin, color, curtain, 180x60x50 cm - courtesy: the artist & Galerie Parisa Kind, Frankfurt

Laurent Pernot, Natures Mortes, 2013

vase céramique, bouquet de fleurs, résines, givre et neige artificielles - courtesy: Galerie Odile Ouizeman, Paris

 

8_Michael Wang, The Mona Lisa Gown, 2013

aluminum, fabric, beads, 140 x 20.3 x 15.2 cm - credits: Mark Woods - courtesy: Foxy Production, New York

Michael Wang, The Mona Lisa Gown, 2013 - from the series Postcard

wood, black and white postcards - credits: Mark Woods - courtesy: Foxy Production, New York

 

9_Nikita Kadan, Procedure Room, 2009-2010 - ed. 12/50

hot print on porcelain (8 plates) - diameter 28 cm, thickness 3 cm - courtesy: Galerie Transit, Mechelen

Mehdi-Georges Lahlou, Fontaine, 2012

bois, peinture, feuilles d'or, eau, moteur, cire, 60x120x120 cm - courtesy: Galerie Transit, Mechelen

 

10_Ulay, S’he, 1972 - from the series Renais sense

auto-Polaroids, artist's editioned print 2013 - 3 pieces framed each 78x78 cm

courtesy: the artist, MB Agency and MOT International, Bruxelles

 

11_Isaac Julien, Nanjing Road Tram (Ten Thousand Waves), 2010

Endura Ultra photograph, 180x481 cm - courtesy: Ron Mandos Gallery, Amsterdam

 

12_Ramin Haerizadeh, Dead Hare (Emperor's New Dress), 2009-2013

mixed media on canvas, 200 x 150cm - courtesy: Isabelle Van Den Eynde Gallery, Dubai

 

13_Exhibition view @ Galleria Lia Rumma’s stand:

Joseph Kosuth, Texts for Nothing #17, 2010 - blacked out warm white neon, 42,2 x 209,6 cm

Marina Abramović, The Communicator, 2012

black and clear wax with quartz stones, malachite, kayanite, glass pedestals, 60x60x60 cm

courtesy: Galleria Lia Rumma, Milano

Exhibition view @ Galleria Continua’s stand:

Hans Op de Beeck, Writer’s Island e Settlement, 2012-2013

mixed media, variable dimensions - courtesy: the artist & Galleria Continua, San Gimignano (SI)

 

14_Rossella Biscotti, Le teste in oggetto, 2009

silver gelatine prints, 2 photographs 110 x 140 cm

credits: Ela Bialkowska - courtesy: Prometeogallery di Ida Pisani, Milano

Regina José Galindo, Alud, 2011 - @ Thessaloniki Performance Festival, Greece

lambda print on forex, 90 x 135 cm - video, running time 11'29'' - courtesy: Prometeogallery di Ida Pisani, Milano

 

15_Esther Ferrer, Disque Flamenco I et II, 1982

technique mixte, 35 x 30 x 7,5 cm chaque - courtesy: galerie Lara Vincy, Paris

Thierry Feuz, Substrat Delta, 2010

mixed technics, 30x23x16 cm - courtesy: Galerie Pierrick Touchefeu, Île de France

 

16_Greta Frau, Trancia di Campagna, 2001

silver print, 50x50 cm

Greta Frau, Unique Series Trancia di Compagna

oil on wood, 29x22 cm - courtesy: the Flat di Massimo Carasi, Milano

 

17_Gian Luca Groppi, Imprinting, 2007 - dalla serie Mutazioni

courtesy: the artist & VisionQuesT Gallery, Genova


18_Quentin Shih, Shanghai Dreamers No.7, 2010

C-print, 150x150 cm - shooting for Maison Dior - courtesy: the artist

 

19_Spazio Visivo (Cavinato - Trevisi), Into the objects #2 - Layers, 2012

cardboard, paper, textile, acrylic, light with timer, audio system (loop 8’9’’), 55x75x165 cm

Spazio Visivo (Cavinato - Trevisi), Icona, 2010

100 boxes, paper, wood, glass, textile fabric, audio - variable dimensions

courtesy: Galerie Mario Mazzoli - Art & Music Gallery, Berlin

 

20_Melissa Ichiuji, Marilyn, 2013

fabric, pantyhose, crystals, thread, 61x61x46 cm - courtesy: Sophie Scheidecker, Paris

 

21_Dionisis Kavallieratos, Let’s do the locomotion, 2012

ceramic, 81x40x300 cm - courtesy: The Bernier/Eliades Gallery, Athens

 

condividi le tue IDEE
lascia un COMMENTO

avatar Franco
0
 
 
grazie Paolo per questo esauriente impeccabile resoconto
B
i
u
Quote
Code
List
List item
URL
Nome
Mail (non sarà pubblicata)
Codice   
Inserisci commento
Annulla
avatar GIOVANNI FLORIS
0
 
 
Caro PAOLO, mi piacerebbe avere un contatto diretto: GIOVANNI FLORIS Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
B
i
u
Quote
Code
List
List item
URL
Nome
Mail (non sarà pubblicata)
Codice   
Inserisci commento
Annulla
B
i
u
Quote
Code
List
List item
URL
Nome
Mail (non sarà pubblicata)
Codice   
Invia Commento


Condividi
 
haute_vision
box_concorsi

Nome
Email
box_hotnews
VARIE_Milano in panico: si respira VARIE_Milano in panico: si respira
 
Giovedì 26 Gennaio 2012 17:19
BOOK_Maurizio Cattelan - All BOOK_Maurizio Cattelan - All
Domenica 22 Gennaio 2012 22:59
VARIE_Dimmi cosa leggi e ti dirò chi sei
Lunedì 09 Gennaio 2012 14:14
BOOK_Favole al Telefono BOOK_Favole al Telefono
Lunedì 09 Gennaio 2012 13:39
VARIE_Se Steve Jobs fosse nato a Napoli
Domenica 08 Gennaio 2012 18:23
ARTE_Il futuro dell'arte e' donna ARTE_Il futuro dell'arte e' donna
Domenica 08 Gennaio 2012 17:02
ARTE_Come ti attiro il Mecenate ARTE_Come ti attiro il Mecenate
Domenica 08 Gennaio 2012 16:12
INTERVISTE_Being Yoko Ono INTERVISTE_Being Yoko Ono
Sabato 29 Gennaio 2011 16:02
INTERVISTE_Marina Abramovic in intellectual fashion INTERVISTE_Marina Abramovic in intellectual fashion
 
Martedì 25 Gennaio 2011 18:04
MODA_Minimal Baroque Sunglasses di Prada MODA_Minimal Baroque Sunglasses di Prada
 
Martedì 25 Gennaio 2011 15:06

Quando la smetteranno di umiliare il Macro? Nessun miglioramento nelle condizioni del Museo d’arte contemporanea di Roma: sempre più abbandonato a se stesso

Eravate, come eravamo noi, tra quelli che nutrivano qualche speranza[…]

Chi avrà disegnato questi enormi “cerchi nel grano” in stile Keith Haring? Li ha scoperti un gruppo di archeologi in Kazakistan, grazie a Google Earth

Scienza o fantascienza? Materiale per scienziati o per Roberto Giacobbo,[…]

I Martedì Critici – Fabio Sargentini

I Martedì Critici – incontro con Fabio Sargentini a cura[…]

Un Van Gogh per Sotheby’s

Il prossimo 4 novembre, in occasione della Evening sale di[…]

’800 e ’900 italiani in mostra a New York

Dal 2 al 30 ottobre, l’Istituto Italiano di Cultura di[…]

L’arte come patrimonio genetico

ARTE.it aderisce all’appello rivolto al Ministro Franceschini e al sottosegretario[…]

Ad Orta San Giulio in mostra le opere dei Piccaia

Al Palazzotto di piazza Motta (1-19 ottobre) e all'Hotel San[…]

L’ambulatorio dell’Arte: a Torino lo studio medico diventa galleria

Il dottor Romano Ravazzani, neuropsichiatra infantile appassionato di arte, ha[…]