giovedì 18 settembre 2014  
HOME | ARTE | Group show. O [Eau] - Palermo, Palazzo Ziino - fino al 30.03.2013
Group show. O [Eau] - Palermo, Palazzo Ziino - fino al 30.03.2013 PDF
Mercoledì 20 Marzo 2013 11:23

BEING OPHELIA

Group show. O [Eau] - Palermo, Palazzo Ziino - fino al 30.03.2013

di Giovanna Marascia

 

Manuela Di Pisa, PorcelainUn sabato palermitano come tanti altri.

 

Forse un po’ più freddo di tanti altri, in questo incerto e confuso mese di marzo.

 

Mi incammino da casa verso via Dante, trafficata come tutti i giorni, tra lo scorrazzare delle auto che salgono verso la Zisa e i passanti di ritorno a casa da lavoro, o appena usciti per l’aperitivo di fine settimana.

 

Il cappotto addosso e un cappello per la pioggia che può cadere da un momento all’altro, come succede spesso in quei giorni che intercorrono tra la fine dell’inverno e l’inizio della primavera.

 

Non piove, o quantomeno non piove ancora.

Ma dentro Palazzo Ziino è come se piovesse.

Come se si concentrasse tutta l’acqua che non è caduta nel corso della giornata.

 

Dalla prima all’ultima stanza che ospita la mostra O [Eau], un unico filo conduttore: un fiume che sgorga e attraversa lo spazio, in maniera fluida.

 

Uno scorrere lento, a tratti impetuoso e violento, soffocante, talora claustrofobico, di percezioni sulla natura stessa della vita intesa come specchio, come riflesso, come evocazione del sé, della natura più intima di noi e di quello di cui siamo fatti.

Quel “destino fluido, trasfigurazione costante dell’essere in una intercessione tra vita e morte, in un passaggio da una dimensione torbida ad una realtà limpida, dove il suo essere anche freschezza, conduce in sé il risveglio” come scrive Laura Francesca Di Trapani, curatrice della mostra.

 

Da una stanza all’altra, risalta per eleganza e sobrietà il lavoro di Sergio Zavattieri: una serie di gigantografie di specie vegetali a metà tra la documentazione, la catalogazione e la rappresentazione metaforica del ritorno alla natura.

 

Sergio Zavattieri, Hemerocallis e Lilium candidum

 

La stessa natura che viene raccontata, nella stanza successiva, dal vestito-scultura di Daniela Balsamo & Roberta Barraja, sintesi trasparente e cristallina di femminea libertà.

 

Balsamo e Barraja, Esplosione idrica

 

Loredana Grasso, VanitasIl racconto si spinge fin dentro il limite più sottile che separa la vita dalla morte, nelle sculture di Loredana Grasso, dove uccelli giacciono esanimi dentro vaschette di acqua pietrificata, ferma, in un contrasto fra il bianco e l’azzurro - portatore di quelle immagini di candore tipiche dell’età dell’infanzia, e al contempo di quell’inquietudine dell’esistenza adulta, realistica e pragmatica.

 

Proprio quella sottile linea di demarcazione che separa l’esistenza dal trapasso si ripresenta costante, inspiegabilmente ritmata dallo scorrere con lo sguardo di alcune opere fotografiche presenti, che ci narrano di quella soglia labile, di quel varco a noi sconosciuto, che rimane con noi solo nella nostra più oscura immaginazione.

 

Rori Palazzo, NarcisseIl richiamo al mito di Ofelia è chiaro, e palese. La storia di una donna romantica, che decide di porre fine alla sua vita affogando in un corso d’acqua. La stessa acqua che si fa metafora della vita stessa, della sua nascita e della sua dipartita.

 

Manuela Di Pisa ci propone un’Ofelia che sembra dipinta da un pittore fiammingo, mentre Rori Palazzo gioca con accenti surreali e metafisici, includendo, all’interno della stessa opera in bianco e nero, vari elementi combinati tra loro in maniera assolutamente simmetrica.

 

Francesco Paolo Catalano, con sincerità e genuinità, ci parla del suo mondo mentre ritrae un’Ofelia che sembra una diva del cinema e al contempo una ragazza fragile e romantica, di un’era ormai troppo lontana dalla nostra.

 

Stefania Romano cala la sua eroina in un’atmosfera rarefatta, dalla patina volutamente consumata, ricca di elegante ironia.

 

Anche la fotografia di Annalisa Furnari propone il dialogo tra natura e vita, tra suggestioni del paesaggio e memoria del passato, che diventa presente.

 

Francesco Paolo Catalano e Stefania Romano

 

A completare il racconto, le opere pittoriche di Fabio Marullo ed i video di Rita Casdia e Ricchezza Falcone - che gioca su un continuo fluire dello stesso stato emozionale, sempre in circolo sul volto dell’artista/performer, dal quale sgorgano lacrime foriere di significati intimi e simbolici di un essere umano che si perde negli oscuri meandri della più frenetica e desolata modernità.

 

 

Si parla di vita, di memorie del passato, di giorni che non abbiamo mai vissuto perché troppo lontani - o forse perché ancora mai esistiti, lì dove il tempo e lo spazio non contano.

Una memoria dell’esistenza in divenire, che scorre anch’essa in direzioni che non vedremo mai, se non alla fine del percorso, quando tutto sarà molto più fluido e leggero.

Un cammino che viene attraversato in tutta la sua area dalle musiche di Donato Di Trapani, che mette insieme sonorità riprese dall’elettronica e dall’ambiente come un sunto definitivo, una cerniera che apre e chiude tutti i racconti presenti all’interno dello spazio.

 

Bachanian! by Donato Di Trapani

 

E, proprio come una forma circolare che si apre e si chiude nello stesso punto, la vita trova la sua maggiore espressione lì dove viene troncata, in quel vortice liquido che attraversa, con immensa e sublime potenza, tutto ciò che trova dinanzi, portando via con sé, verso l’abisso più profondo, ogni domanda che ci siamo sempre posti.

 

Alla fine del percorso, esco dalle stanze e scendo le scale.

Fuori comincia a piovere.

Riuscirò, in qualche modo, a tornare a casa...

 

O Eau logo mostraGroup Show. O [Eau]

 

a cura di Laura Francesca Di Trapani

 

Artisti: Balsamo & Barraja, Rita Casdia, Francesco Paolo Catalano, Manuela Di Pisa, Donato Di Trapani, Ricchezza Falcone, Annalisa Furnari, Loredana Grasso, Fabio Marullo, Rori Palazzo, Stefania Romano, Sergio Zavattieri

 

dall’8 al 30 marzo 2013

 

Palazzo Ziino - via Dante, 53 - Palermo

Ingresso: open admittance

Orari: dal lunedì al sabato, dalle 9.30 alle 18.30

 

www.caliariproject.com

 

Le opere sono in vendita

info @ Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. | +39.346.7216017

  

 

Pics’ credits & courtesy:

1_ Manuela Di Pisa, Porcelain (2013)

fotografia digitale

 

2, 3_Sergio Zavattieri, Lilium candidum + Hemerocallis (2006)

stampe archival inkjet su carta acquarello di Hahnemühle, con albume e vernice - 89x89 cm cad.

 

4_Balsamo&Barraja, Esplosione idrica (2013)

scultura in pvc e resina polimaterica, 250 x 300 c.a.

 

5_Loredana Grasso, Vanitas vanitatum et omnia vanitas (2012)

Acrilico su stampa analogica - dittico 7x10 cm cad.

 

6_Rori Palazzo, Narcisse (2013)

stampa fotografica su carta baritata - 90x60 cm

 

7, 8_ Francesco Paolo Catalano, Dear Diary (2012) + Delphine (2009)

fotografie digitali - 70x40 cm

9_ Stefania Romano, L’acqua mi bagna (2013)

stampa inkjet ultrachrome HDR su carta fotografica - 20x25 cm

 

Video: Manuela di Pisa ft. Ricchezza Falcone, diSseta (2013)

digital video, running time 3’20’’ - make up: Francesco Paolo Catalano

 

Soundcloud podcast: Donato Di Trapani, Bachanian!

music creation for the collective art exhibition O [Eau] - running time: 5’20’’

 

Courtesy: the artists & Laura Francesca Di Trapani

 

condividi le tue IDEE
lascia un COMMENTO

avatar ricchezza falcone
+2
 
 
bellissimo articolo, grazie! Ricchezza
B
i
u
Quote
Code
List
List item
URL
Nome
Mail (non sarà pubblicata)
Codice   
Inserisci commento
Annulla
avatar curò
+1
 
 
Le opere sono in vendita
B
i
u
Quote
Code
List
List item
URL
Nome
Mail (non sarà pubblicata)
Codice   
Inserisci commento
Annulla
avatar Maurizio Veronese
+1
 
 
Che bel regalo Giovanna... davvero emozionante ... tanto quanto la mostra ;-) GRAZIE
B
i
u
Quote
Code
List
List item
URL
Nome
Mail (non sarà pubblicata)
Codice   
Inserisci commento
Annulla
B
i
u
Quote
Code
List
List item
URL
Nome
Mail (non sarà pubblicata)
Codice   
Invia Commento


Condividi
 
haute_vision
box_concorsi

Nome
Email
box_hotnews
VARIE_Milano in panico: si respira VARIE_Milano in panico: si respira
 
Giovedì 26 Gennaio 2012 17:19
BOOK_Maurizio Cattelan - All BOOK_Maurizio Cattelan - All
Domenica 22 Gennaio 2012 22:59
VARIE_Dimmi cosa leggi e ti dirò chi sei
Lunedì 09 Gennaio 2012 14:14
BOOK_Favole al Telefono BOOK_Favole al Telefono
Lunedì 09 Gennaio 2012 13:39
VARIE_Se Steve Jobs fosse nato a Napoli
Domenica 08 Gennaio 2012 18:23
ARTE_Il futuro dell'arte e' donna ARTE_Il futuro dell'arte e' donna
Domenica 08 Gennaio 2012 17:02
ARTE_Come ti attiro il Mecenate ARTE_Come ti attiro il Mecenate
Domenica 08 Gennaio 2012 16:12
INTERVISTE_Being Yoko Ono INTERVISTE_Being Yoko Ono
Sabato 29 Gennaio 2011 16:02
INTERVISTE_Marina Abramovic in intellectual fashion INTERVISTE_Marina Abramovic in intellectual fashion
 
Martedì 25 Gennaio 2011 18:04
MODA_Minimal Baroque Sunglasses di Prada MODA_Minimal Baroque Sunglasses di Prada
 
Martedì 25 Gennaio 2011 15:06

Anselm Kiefer nelle Langhe, ecco le immagini dell’installazione ad Alba. Complice la famiglia Ceretto, che porterà anche Gary Hume e Miquel Barceló

Anselm Kiefer, Der Rhein, Coro della Maddalena, Alba (foto Stefania[…]

Protagonista la Spagna. Si apre la stagione espositiva a Madrid

Jorge Galindo Quello appena trascorso, dall’11 al 13 settembre, è[…]

Tre prestiti dal Louvre per l’Expo di Milano

La conferma arriva attraverso le colonne del Corriere della Sera:[…]

Stanze italiane a Berlino. Con la collezione Sandretto in trasferta

Sharon Lockhart, Untitled, 1996 Già esposta in musei italiani e[…]

Giornate Europee del Patrimonio 2014

Sabato 20 e domenica 21 settembre 2014 si celebra la[…]

L'arte secondo i Borgia

Il Museo Maillol di Parigi propone una rivalutazione dei Borgia,[…]

Le tre anime di Chagall in mostra

Oltre 220 opere, le «Memorie» e la poetica multiculturale di[…]

Il Sole 24 Ore presenta la collana «I Maestri dell'Arte»: la storia illustrata di 12 grandi artisti pensata per i più piccoli

Il primo volume della collana sarà dedicato a Marc Chagall...